Archivio della categoria: Formazione

Cos’é il Liceo delle Scienze Applicate

 

Molti non l’hanno nemmeno mai sentito nominare, eppure il Liceo delle Scienze Applicate rappresenta una realtà nel panorama scolastico italiano.

Si tratta di un corso di scuola superiore appartenente al più comune Liceo Scientifico, che è nato sulle ceneri dell’indirizzo Scientifico-Tecnologico, appartenente al vecchio ordinamento.

Il Liceo Scienze Applicate rappresenta dunque la soluzione ideale per quegli studenti che, durante il percorso delle scuole medie, si rendono conto di avere una particolare predisposizione per le materie scientifiche, oltre che per quelle matematiche.

Questa percorso di studi infatti, rispetto ad uno scientifico tradizionale, trasmette ai propri studenti competenze maggiori nella chimica, nella fisica e nella biologia. Oltre al fondamentale insegnamento teorico, il Liceo delle Scienze Applicate si contraddistingue per l’elevata presenza di ore passate in laboratorio. Tutti gli istituti che presentano questo indirizzo di studi sono infatti tenuti ad essere dotati di laboratori altamente dotati per poter introdurre alle matricole il metodo scientifico sperimentale.

L’indirizzo non è poi privo ovviamente delle materie umanistiche, atte a garantire allo studente una solida cultura generale di base, nonché di materie informatiche (è l’unico liceo ad avere informatica come materia a sé stante) e linguistiche (studio di una lingua straniera). Si contraddistingue poi per non prevedere il latino nel proprio piano di studi.

Dunque, ragazzi che stanno iniziando il loro ultimo anno di scuole medie, è bene che comincino a farsi un’idea su quale sarà il loro immediato futuro, valutando i pro e i contro di ogni scuola superiore. Per coloro che invece intendono reinserirsi nel mondo scolastico e conquistare un diploma, esistono corsi di recupero di anni scolastici anche per questo indirizzo. Per un recupero di Liceo Scienze Applicate Milano è forse la città più attrezzata.

L’errore di rinunciare alla formazione

 

Nel nostro Paese le iscrizioni all’università sono in evidente diminuzione. Ciò rappresenta uno degli effetti della devastante crisi economica, per colpa della quale diverse famiglie non possono garantire l’iscrizione universitaria ai propri figli, i quali si vedono così negato un futuro che si erano immaginati roseo e in linea alle loro passioni e capacità.

Spesso sono i ragazzi stessi a ritenere di non dover iniziare il percorso accademico, in quanto rassegnati e disillusi a causa delle sconfortanti notizie che sentono e leggono nei telegiornali e sui giornali.

Trovare delle motivazioni può effettivamente sembrare complicato, eppure è proprio in un momento di calma piatta sotto il profilo lavorativo che è bene darsi da fare per conseguire un titolo di studio prestigioso e che possa essere spendibile successivamente. Del resto, chi ritiene che questo Paese non abbia speranze, può sempre trasferirsi all’estero con il pezzo di carta in saccoccia. L’alternativa è quella di andare subito a studiare fuori dall’Italia, in modo da incrementare anche la conoscenza di una lingua straniera.

C’è chi sogna di conquistare una laurea e chi non intende farlo perché ritiene di non avere motivazioni o capacità sufficienti per portare a termine un percorso della durata di tre o cinque anni. Per questi soggetti, in alternativa al tentativo di inserimento nel mercato del lavoro, c’è la possibilità di prendere parte a dei brevi corsi post-diploma. Questi corsi sono fruibili presso vari istituti privati, che al termine rilasciano un attestato. Ci sono anche persone che non possiedono nemmeno un diploma e che, non trovando un’occupazione, decidono di tornare sui libri e recuperare gli anni persi. Scuole che organizzano corsi di formazione e istituti che danno la possibilità di recuperare anni scolastici sono presenti in molte città italiane. In Lombardia, oltre che a Milano, si trovano diverse scuole private a Bergamo, Brescia, Monza, Como e Varese.