Archivio della categoria: Tecnologia

StepsApp, il contapassi che vi farà tornare il super forma!

Ormai le applicazioni contapassi presenti sul vastissimo Play Store di Google sono davvero tante, ogni settimane se ne trova qualcuna di nuova piena zeppa di funzionalità intriganti.

Come sicuramente molti di voi sapranno, mettere in atto circa 10.000 passi giornalieri fa benissimo alla salute, il che non è assolutamente poco: è la primissima regola da rispettare se si vuole ottenere una forma fisica da far invidia a chiunque. StepsApp dunque è l’applicazione che vi proponiamo oggi, uno strumento semplicissimo da utilizzare – anche per chi di tecnologia poco si intende – e sopratutto gratuito per tenere costantemente traccia delle proprie camminate salutari.

Se tanto dobbiamo dirla tutta c’è già presente l’applicazione di sistema Salute che fa più o meno le medesime cose, ma in maniera decisamente meno chiare e gradevole. E’ comunque la stessa StepsApp dialoga tranquillamente con Salute, dunque utilizzare l’una piuttosto che l’altra non sta a significare assolutamente perdere alcun dato, questo sia chiaro.

L’interfaccia che propone StepsApp ricorda l’app attività di Whatch ma risulta essere di gran lunga ancora più semplice: un solo circolo da finire per arrivare ai fatidici 10.000 passi giornalieri configurabili tra l’altro a proprio piacimento.

Tutte quante le rilevazioni si effettuano in background anche ad applicazione chiusa, volendo sborsando un po’ di euro si possono sbloccare funzioni per quanto riguarda le calorie bruciate nel corso delle camminate e altre personalizzazioni interessanti dell’applicazione.

Quanti di voi hanno avuto modo di provare StepsApp? Ne siete rimasti soddisfatti?

Fonte: http://contapassi.org/

Come scegliere un tablet Android

Una delle più recenti invenzioni che hanno modificato la scena commerciale tecnologica attuale sono i tablet. Questi risultano essere incredibilmente utili in varie situazioni e contesti: alle volte, soprattutto quando non si ha nemmeno il tempo di accendere il computer per controllare qualcosa, questo nuovo strumento, con la sua velocità, leggerezza e praticità sarà la risposta rapida a varie domande.

Il mercato odierno propone oggi ampia varietà di scelta, pertanto vedremo in questo articolo una guida che vi darà qualche dritta su come scegliere un tablet Android.

1) Individuare l’utilizzo principale dello strumento

Questi dispositivi hanno una moltitudine di utilizzi: fate il vostro acquisto pensando a come e in quali situazioni lo userete.

Potrete infatti scegliere di usare il device in sostituzione al vostro smartphone per avere uno schermo più grande e una tenuta della batteria più lunga, così come potrà rivelarsi un buon supporto per guardare dei film o anche per leggere giornali o riviste digitali.

Dunque, procuratevi un dispositivo adatto all’uso che volete farne. Se vi servirà per leggere, per esempio, un e-book, sarà consigliabile che le dimensioni del display siano di 10 o 12 pollici. Se invece lo vorrete usare semplicemente per controllare i social o navigare su internet, anche uno da 7 od 8 pollici andrà bene.

2) Attenzione al prezzo: controllare e verificare le offerte tablet

Il mercato propone una grande varietà di tablet Android che appartengono a fasce di prezzo ben distinte fra loro.

Acquistate dunque un dispositivo le cui caratteristiche si adeguino alle vostre esigenze e all’utilizzo che volete fare dello strumento. Sarà infatti inutile acquistare uno tra i migliori tablet Android per poi usarlo solamente per navigare su internet dimenticandosi delle altre funzionalità. Ovviamente è sempre buona cosa tenere controllare le numerose offerte tablet che vengono spesso proposte; grazie a esse è infatti possibile portare a casa un device di qualità a un prezzo contenuto.

3) Perché un tablet con sistema operativo Android

Oggigiorno, vi è in commercio una varietà di sistemi operativi, e uno dei principali è proprio Android.

Se possedete uno smartphone Android e vi avvicinate all’acquisto di un tablet, pensate di procurarvene uno con lo stesso sistema operativo, così da non avere troppa difficoltà nell’adattarsi al nuovo OS.

Il sistema operativo Android risulta facile da comprendere e intuitivo da utilizzare e supporta un’ampia gamma di Apps. Con un tablet Android l’utente potrà navigare su internet, scaricare svariate applicazioni, scrivere o guardare film in modo semplice e veloce. Non solo. I migliori tablet Android sono caratterizzati da un buon comparto hardware, un’ottima autonomia della batteria e da un display di alta definizione che si presta a numerosi utilizzi.

4) Verificare la disponibilità dei gadget tipici dei migliori tablet Android

Un dispositivo del genere, essendo portatile, è spesso esposto a pericoli o situazioni che potrebbero danneggiarlo e comprometterne le funzionalità.

Per preservare il device da graffi e altri vari incidenti, è necessario prendere alcune precauzioni. Innanzi tutto è opportuno assicurarsi che le varie offerte sui tablet Android includano anche la presenza dei gadget aggiuntivi quali cover e pellicola protettiva per lo schermo.

Se questi non sono presenti, dovrete acquistarli separatamente. Un gadget molto utile nel caso in cui vogliate usare lo strumento per scrivere è la tastiera, che può essere inclusa nel prezzo totale o meno. Per quanto il touch screen del vostro device sia di qualità, nulla può sostituire la tastiera, fondamentale per poter scrivere velocemente.

5) Connessione a internet tramite il WiFi o il 3G?
Sempre in base all’utilizzo che vorrete fare del vostro strumento, decidete preventivamente se acquistarne uno che si connetta a internet tramite il WiFi, uno che necessiti il 3G o uno che li supporti entrambi.

Se pensate che userete il device soprattutto in casa o in luoghi nei quali è sempre presente la rete WiFi, potete scartare senza problemi tutti i dispositivi che necessitino la connessione 3G. Se invece credete che userete lo strumento fuori casa, allora optate per la connessione 3G.

Lavorare nel gambling

Quando si pensa al lavoro nel mondo del gioco d’azzardo la fantasia evoca ambienti scintillanti, fascinosi croupier, drink in cui il ghiaccio si scioglie mentre una fatale giocatrice insegue la propria fortuna. Adesso che il gambling è cresciuto e cresce senza sosta, articolandosi in molte declinazioni che vanno dai casinò terrestri alle slot machine online, alle sale giochi, all’intimità del nostro cellulare, anche le carriere possibili all’interno di questo mondo sono aumentate e si sono diversificate.

Oggi in Italia la filiera del gioco conta un po’ meno di 150.000 figure impiegate a vario titolo, un numero proporzionato ai 18 miliardi di euro giocati l’anno scorso e ai 90 complessivi che si sviluppano complessivamente intorno a questo variegato settore. Diversi sono i ruoli che richiesti in questo ambito che non sembra conoscere crisi: dall’addetto al cambio del denaro delle slot machine al responsabile quote, al cassiere dell’agenzia di scommesse; la progressiva digitalizzazione del gaming ha poi aperto le porte ad altre professioni: il poker manager, addetto alla supervisione delle partite di Texas Hold’em; il dealer on video, una sorta di croupier che amministra il mazzo di carte e segue le puntate; il web designer, che si occupa di creare ambienti di gioco sempre più sofisticati. La subitanea crescita del settore ha ulteriormente allargato l’offerta; si ricercano sempre più figure con esperienza nella gestione delle piattaforme di gioco virtuali. Molte tra le giovani aziende di gambling sono nate in epoca di mercato digitale – si calcola che generino l’80% dei nuovi posti di lavoro – e per questo ricercano giovani esperti, in grado di muoversi agevolmente tra le sfide che l’innovazione tecnologica pone in continuazione. I committenti sono in maggioranza internazionali, per cui la conoscenza dell’inglese è essenziale – ad esempio Malta, grande cuore del gambling, è spesso alla ricerca di figure professionali specializzate che non trova nell’isola: esperti di marketing, di servizio clienti, copywriter, specialisti della gestione e selezione delle risorse umane.

Se poi tutte le ricerche non dovessero andare a buon fine, c’è sempre la possibilità di diventare giocatori professionisti di poker, ma attenzione: vi aspettano, prima dell’agognata meta, centinaia di migliaia di mani di cash game e di tornei!