Maggio 16, 2021

La sterlina in oro; simbolo degli investimenti in oro fisico

In tempi recenti si sente sempre più spesso parlare della moneta come simbolo degli investimenti; tale concetto, almeno per la moneta, è molto importante per quel che riguarda gli investimenti in oro.

Da quanto affermato è facile comprendere che vi sono monete di vario tipo dedicate proprio agli investimenti, l’importante, per l’appunto, è che si tratti di monete d’oro sia di nuovo che di vecchio conio, facilmente collocabili nel mercato e davvero preziose.

Si possono fare diversi esempi di monete d’oro che rappresentano il simbolo degli investimenti in oro fisico tra cui: il merengo svizzero, italiano e francese, il ducato e la corona austriaca, oppure il pesos messicano.

Tra queste monete d’oro, che possono essere utilizzate per conseguire dei buoni investimenti, vi è anche la sterlina inglese, giudicata dagli esperti di buon valore per il mercato dell’oro.

Proprio per il valore e per la notorietà che tale moneta possiede nel mercato, è opportuno concentrarsi sulle sue caratteristiche e sul simbolo della stessa negli investimenti in oro fisico.

La sterlina in oro britannica conosciuta anche come “Gold Sovereign” cioè sovrana d’oro, poiché raffigurante i volti dei sovrani che, nel tempo, si sono succeduti in Regno Unito, è una delle monete in oro maggiormente conosciute in Italia; essa può essere suddivisa in sterlina in oro del vecchio conio e del nuovo conio.

Concentrandoci sulla Gold Sovereign del vecchio conio possiamo affermare che si tratta della moneta realizzata in epoca vittoriana, a cavallo tra il 1800 ed il 1900, tale moneta raffigura proprio la Regina Vittoria. La stessa, venne coniata diverse volte; per l’appunto si ricorda il conio di: tipo giovane con stemma, tipo giovane San Giorgio, tipo anziana velata e tipo giubileo.

Oltre alle sterline in oro raffigurante la Regina Vittoria, vi è anche quella raffigurante Re Edoardo VII e Re Giorgio V; la moneta, raffigurante quest’ultima effige, venne coniata due volte, in una versione a “testa stretta” ed in una a “testa normale”.

Nel corso degli anni a causa della crisi economica, e soprattutto con il sopravvenire del secondo conflitto mondiale, si è assistito ad un innalzamento del prezzo dell’oro nel mercato; tutto ciò ha portato sia ad un innalzamento del valore della sterlina in oro sia ad una diminuzione della sua produzione.

Si deve osservare difatti che, negli anni che vanno dal 1933 al 1936, la produzione della moneta venne addirittura arrestata.

Tutto ciò, come detto, innalzò il valore della Gold Sovereign che raggiunse anche i 28 scellini.

Soltanto in alcuni paesi del Commonwealth la sterlina d’oro continuò ad essere coniata si tratta di paesi come Ottawa, Melbourne o Sidney; inoltre, si può aggiungere che l’ultima moneta in oro di questa tipologia è stata prodotta nel 1932 a Pretoria.

Proprio per la prestigiosità, ma anche per la rarità di tale sterlina in oro, il suo valore si aggira intorno ai 264,00€ e di 280,00€.

Si tratta di un pezzo unico, che tutti collezionisti desiderano avere al fine di arricchire il proprio patrimonio.

Comments

comments